Resta sempre aggiornato sul mondo Rivista Kaizen

iscriviti alla newsletter

Rivista Kaizen Blog

Rivista Kaizen Blog - Il diritto di abbaiare

Il diritto di abbaiare

11/04/2018 0 commenti
Il diritto di abbaiare

Se l’abbaiare del vostro amico a quattro zampe dà fastidio al vicinato, e temete che la faccenda possa degenerare e trascinarsi in tribunale, vi ricordiamo un episodio del 2012 che fa da precedente.

Cos’è successo? A Treglio, in provincia di Chieti, un pastore tedesco e un bracco, accusati di abbaiare troppo e disturbare i vicini, sono finiti davanti al giudice Giancarlo De Filippis.

La sentenza? Non colpevoli! Con riferimento agli articoli 544 bis e seguenti del Codice penale, all’articolo 5 della legge 189 del 2004 e alla ratifica della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, il giudice ha stabilito che i due cani della famiglia citata in giudizio dai vicini di casa avevano tutto il diritto di abbaiare perché, così facendo, esercitavano il ruolo di “guardiani” del loro territorio.

Come precisa il testo di legge però, l’abbaiato dell’animale non deve superare i limiti di tollerabilità. Limiti stabiliti dal buonsenso comune e dalle normali regole di convivenza civile.

Lascia un commento



Commenti