Resta sempre aggiornato sul mondo Rivista Kaizen

iscriviti alla newsletter

Rivista Kaizen Blog

Rivista Kaizen Blog - Un Pastore per tutte le creature

Un Pastore per tutte le creature

13/03/2018 0 commenti
Un Pastore per tutte le creature

L’8 marzo è venuto a mancare Luigi Lorenzetti, il rinnovatore della teologia morale: lo vogliamo omaggiare con un ricordo del nostro collaboratore Maurizio Scordino.

«Decifrare il mistero del creato e, così, delineare l’impegno nel presente storico per preparare e anticipare la realtà futura di riconciliazione con il creato e con tutte le sue creature». Era questa l’esigenza che sentiva forse più pregnante, almeno negli ultimi anni, Luigi Lorenzetti: padre dehoniano e figura tra le più autorevoli a livello internazionale della teologia morale, scomparso lo scorso 8 marzo a Bologna all’età di 87 anni.

Un filosofo sensibile, rigoroso e documentato, appartenente al ristrettissimo novero dei religiosi che riconoscono (anche) agli animali una propria dignità spirituale, in quanto portatori di diritti universali che superano quello imprescindibile del semplice “non dover soffrire”. Editorialista, tra il resto, di “Famiglia Cristiana”, su quelle pagine aveva dato loro la voce, attraverso una rubrica tra le più seguite del principale settimanale cattolico italiano.

Un uomo semplice nella propria erudizione che, per quanto obiettivo e sempre realistico, sui temi animalisti alla rassegnazione preferiva la speranza. Infatti, pur consapevole di quanto in materia di pensiero teologico “si sia ancora lontani dall’elaborare e proporre una pastorale del creato”, Luigi Lorenzetti non si stancava mai di sottolineare come “in questi ultimi decenni il tema del creato sia entrato nella missione della Chiesa a livello magistrale”. Una valutazione forse un po’ troppo estensiva delle creature che lo compongono, ma il cui merito (se fosse vera) andrebbe anche al “pensiero” di Padre Luigi.

Lascia un commento



Commenti