Resta sempre aggiornato sul mondo Rivista Kaizen

iscriviti alla newsletter

Rivista Kaizen Blog

Rivista Kaizen Blog - È nato prima l’uovo o l’aquafaba?

È nato prima l’uovo o l’aquafaba?

28/04/2017 0 commenti
È nato prima l’uovo o l’aquafaba?

Conosciuta anche come «brodo di legumi», «liquido di conservazione dei legumi», «liquido di cottura dei ceci», già dal nome l’aquafaba sembra una parola magica… infatti è capace di trasformarsi: in un uovo o nei latticini.
Il suo successo è iniziato nel 2015, quando si diffuse la notizia che qualcuno, con il liquido di conservazione contenuto in una lattina di ceci in scatola, era riuscito a imitare le proprietà dell’albume d’uovo. Il liquido di cottura dei legumi secchi può essere trasformato in una meringa e in altre ricette da sempre vietate ai vegani. Da allora, il numero di persone che hanno iniziato a cimentarsi con l’aquafaba, spinte dalla curiosità di vedere fino a che punto questo liquido possa essere un sostituto dell’uovo, è in crescita costante.
Il risultato sono stati macarons a base di aquafaba, tentativi di angel cake, biscotti all’aquafaba, e la lista non finisce qui; se finora una ricetta richiedeva le uova, potete scommettere che qualcuno, da qualche parte, ha provato a sostituirle con l’aquafaba. E fra questi, qualcuno lo avrà fatto con un inaspettato successo.

Vi sembra incredibile? Adesso c’è anche un ricettario, Aquafaba (Sonda, 2017), per togliervi ogni dubbio.

Lascia un commento



Commenti